Pubblicato in: anniversario, racconto

La prima volta de “La voce di Calibano” IX° giorno

Siamo arrivati al nono giorno di festeggiamenti  … e purtroppo anche l’ultimo… è stato bello condividere insieme a tutti quelli che sono passati a dare un’occhiata al blog questa festa, questo anniversario di scritture, di racconti, recensioni e amenità varie. Con immenso piacere devo dire che siete venuti in tanti a sbirciare, siamo cresciuti e non solo di numero.

Un grazie particolare a tutti gli autori che hanno voluto raccontare una “prima volta”, ogni brano era un piccolo dono che abbiamo apprezzato, che ci ha commosso, oppure divertito, che ci ha fatto sognare, riaffiorare ricordi sopiti, ma anche ridere. Perché questa è la magia della scrittura, in pochi secondi è capace di trasportarti in mondi sconosciuti, in pensieri che non sono i tuoi, in dimensioni che pensavi di aver dimenticato. Un viaggio extracorporeo a bassi costi e senza controindicazioni.

Un grazie anche a Roberto Di Veglia e alle sue splendide foto che hanno accompagnato i racconti.

Infine, dopo aver condiviso tutti i racconti di questa iniziativa sul suo Blog: https://hermioneat.blogspot.it/ (e di questo le siamo molto grati)…come dicono gli “americani”…the last but not least … ( rullo di tamburi) …Patricia Moll. Scrittrice dalla verve spiccata, che a modo suo ha voluto raccontarci la Prima volta.

La mia prima volta

patricia firmato

La mia prima volta…sono vecchia ormai, non ricordo più. Poi, certe cose sono così intime che intime devono restare. Lo so! Magari qualche maschietto potrebbe essere infastidito da questo tacere. Un po’ di curiosità “leggermente” morbosa c’è sempre ahahahahahh naturalmente scherzo. O no? E chi lo sa! Ognuno la interpreti come preferisce ahahahahahha
E qui mi sono giocata il racconto. Nel cestino lo butteranno ma non importa 🙂
Tornando in tema, la prima volta di che, mi chiedevo. Uhm…fatemi un po’ pensare.
La prima volta che ho acceso una sigaretta? No, ormai son tutti salutisti e sfruculiano.
La prima volta che ho messo le mani sul volante? E se dico che presi un incrocio stretto in terza e centrai in pieno un muretto si mettono a ridere, sempre i soliti maschietti ovvio. Loro son capaci a fare tutto. E dopo questa battuta, no, non finisco nel cestino della munnezza. Direttamente nella stufa, a bruciare nell’inferno di una camera di combustione rovente ahahahah.

Ok… allora la prima volta di che?
La prima volta che ho usato il mio computer. Me lo regalò il marito per il mio xx mo compleanno. La figlia mi diede qualche istruzione e io col mio quadernino e la mia pennina trascrissi tutto alla perfezione. Salvo poi ovviamente non sapere dove il suddetto quadernino fosse finito. Comunque, ricordo che mi sedetti al tavolo e lo accesi. Poi, lo guardai e gli chiesi “e ora io e te che facciamo?”
Poi, mi venne un’idea. Prendere tutti i fogli che avevo conservato, interviste, articoli vari, recensioni di libri e…copiarli. Ecco! La mia prima volta col computer fu questa. Dattilografare, come una brava segretaria d’altri tempi, quella che studiò a quella maled… “amata” scuola chiamata Segretaria d’Azienda. Sbagliai, cancellai il lavoro appena fatto, rifeci tutto da capo poi poco per volta imparai. Più o meno. Però il mio personal… guai a chi me lo tocca anche se ormai è stagionato.
Vero Sibilla che noi due ci vogliamo taaaaanto bene?


Patricia Moll

Sono Patricia, mamma moglie casalinga blogger più casinista che normale 🙂
Ho troppi anni per volerli ancora contare, ma sono comunque nata dopo l’estinzione dei dinosauri. Non pensate subito male eh… ahhahaahh. Nonostante gli anta ormai superati abbondantemente, non voglio crescere e allora mi diletto a cucinare, scrivere racconti, poesie, pensieri confusi che mi frullano per la testa, pensare alle mie adorate piante grasse e soprattutto ai miei animali. Cagnolina, gatti, gallinelle. Per il resto… credo di rientrare nella norma. Buona o cattiva, bella o brutta, simpatica o antipatica a seconda di chi mi giudica.
Io, però, me ne frego altamente e vivo lo stesso.

Annunci