Liebster Award

Il primo Liebster Award non si scorda mai

Chi se lo sarebbe mai immaginato di ricevere una nomina al Liebster Award? Io, no. Una gradita sorpresa visto che il “nostro blog”, di cui sono co-autrice assieme a Calibano, ha aperto i battenti ad aprile 2017. Un neonato blog che si sta cibando di consensi giorno dopo giorno. La suddetta nomina al premio ne è un esempio. Rispondo volentieri e ringrazio Webnauta di Barbara Businaro e chiedo venia per aver allungato i tempi di risposta, ma il blog è ripartito solo ora dopo la pausa estiva. Senza indugiare ulteriormente, cominciamo subito.

Innanzitutto le regole del Liebster sono rimaste invariate.

1. Ringraziare chi ti ha premiato e rispondere alle undici domande che ti sono state poste.
2. Premiare altri undici blogger che abbiano meno di 200 follower e che ritenete meritevoli.
3. Comunicare la premiazione nelle bacheche dei “vincitori”.
Proporre a vostra volta undici domande.

Le mie undici risposte:
1.Per voi migliora l’ispirazione scrivere al mare o in montagna?
Né l’una, né l’altra. Scrivo meglio in collina. Le mie origini risiedono in un paesino umbro, collinare e preferisco di gran lunga trovare ispirazione in questo tipo di paesaggio.

2. Racconto, romanzo o saga: cosa preferite e perché?
Tempo fa avrei detto i romanzi, ma da quando scrivo racconti, ho un debole per questo tipo di scrittura. I romanzi mi piacciono, le saghe molto meno.

3. Tra gli scrittori inglesi, W.Shakespeare, J.Austen, A.Christie o T.Hardy?
Sono indecisa tra Shakespeare e la Austen. Dovendo scegliere per forza direi Jane Austen, con il suo “Orgoglio e pregiudizio”.

4. Pubblicare un libro all’anno di qualità per una lunga carriera o un unico romanzo bestseller internazionale e poi sparire nell’ignoto?
Domanda difficile. Senz’altro buone entrambe le offerte. Per il momento pubblicherei un libro all’anno di qualità. Se poi va bene alla prima pubblicazione e diventa un bestseller non mi offenderei.

5. Più libri o più vestiti in valigia? (l’e-reader non vale! considerate solo il cartaceo)
Dipende dal luogo e dalla permanenza. Per una settimana va bene più vestiti, ma un libro o due non possono mancare, anche se la permanenza fuori casa è ridotta.

6. Trasposizioni cinematografiche: prima si legge il romanzo o prima si guarda il film?
Per me sì. Il romanzo per primo. Chiaramente non sempre ho letto prima il libro. Ci sono delle eccezioni. Per certo è più facile che mi sia piaciuto di più il libro.

7. Avete l’occasione di vivere dentro un libro, poi però non ne uscirete più, andrete oltre il finale, vivendo nuove pagine. Quale titolo prendete in considerazione per questa nuova vita?
Per una nuova vita scegliere il titolo di “Pippi Calzelunghe”. Chissà quante avventure in più…

8. Di quale scrittore/scrittrice vi piacerebbe essere l’assistente fidato? (con tutti i pro e i contro di questa scelta)
Mi sarebbe piaciuto essere stata l’assistente di Italo Calvino con tutti i benefici. Non riesco a trovare nessun svantaggio in un’ipotetica collaborazione con lui.

9. Vi è concesso di viaggiare per tutto il mondo, in tutti i luoghi, ma senza libri appresso, solo un blocco per gli appunti. Partite o restate?
Resto. Non potrei stare senza leggere. E scrivere solamente mi pare riduttivo.

10. Visitare l’ambientazione di uno dei vostri romanzi preferiti, nel luogo e nel tempo: dove andate?
Sto finendo di leggere “L’amica geniale” di Elena Ferrante. Vorrei visitare la Napoli degli anni ‘50 descritti in quel libro.

11. Primo appuntamento con lei/lui dopo estenuanti lusinghe, ma improvvisa arriva l’ispirazione per concludere quel capitolo fermo da mesi. Prendete la penna o le chiavi di casa?
Dipende dal “lui”. Se è importante per me, corro da lui, se è un’avventura, e io non sono il tipo, rimango a casa a scrivere. Se era una grande idea per terminare il libro, non scompare subito dalla nostra mente. Caso contrario: se fosse l’uomo della mia vita, non me lo lascerei sfuggire.

Le mie nomine:
Antonella Mecerero con Inchiostro, fusa e draghi.
Maria Teresa Steri con Anima di carta.
Massimiliano Riccardi con Infinitesimale.
Anna Maria Fabbri con Se vuoi una vita da sogno…dormi!
Ariano Geta con Ariano Geta (ripetizione dovuta).
Darius Tred con Retro blog.
Romina Tamerici con Romina Tamerici (ripetizione dovuta).
Giorgiana Bratu con Sorridi, sii grato e ama.
Daniele Verzetti con L’agorà del poeta.
Daria con Diario Creativo.
Marco con Argonauta Xeno.

Le mie undici domande:
1. Con quale personaggio letterario intraprendereste una storia d’amore?

2. Quale libro regalereste a una persona che non vi sta tanto simpatica?

3. Qual è il libro che consigliereste a un bambino?

4. Reinventa il finale di un libro famoso. Di quale cambieresti le vicende?

5. Ti spaventano i libri voluminosi?

6. Qual è il tuo genere letterario preferito da leggere?

7. Un libro strappato o un libro non tornato dopo in prestito.
Quale situazione ti farebbe più male?

8. Leggi ad alta voce o preferisci la lettura dentro di te?

9. Descrivi un luogo che ti è rimasto impresso in un romanzo. Anche non reale.

10. Scriveresti un libro erotico?

11. L’ultimo libro letto che hai sul comodino.

E ora è il vostro turno. Passo la nomina ricevuta da Webnauta di Barbara Businaro agli altri blogger che sono di nuovo attivi sui blog. Settembre è tornato.
Buon rientro a tutti e buon Liebster Award.

Tiziana

Annunci

12 pensieri riguardo “Liebster Award

  1. Belle domande per i prossimi nominati! Mi piacerebbe cambiare il finale di Io prima di te, sarebbe comunque un bestseller o le tragedie vendono di più? Un libro strappato, ma solo perché non presto libri, ne prendo un’altra copia e la regalo. Un luogo che mi è rimasto impresso: Gran burrone o la Casa di Elrond ne Il Signore degli anelli. La pace che regna lì dovrebbe essere perfetta per scrivere. “In quella valle il male non era mai penetrato”. Però poi penso che senza avventure ci sarebbe anche poco da scrivere… Libri sul comodino? Sto finendo L’inevitabile crudo destino di Riccardo Moncada, e ho iniziato L’arte di correre di Haruki Murakami.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...